Sabato, 18 novembre 2017

5. La verità è una scelta

"ogni passo è una scelta
ogni passo fa l'impronta
quante cose spegne la prudenza"

Se la "verità" è un concetto variamente interpretabile, Luciano taglia corto fin dal titolo.
Il testo, uno dei più "decisi" dell'intera produzione di Ligabue, è accompagnato dalle sonorità più dure di tutto l'album: chitarre trattate al limite del noise, una batteria strabordante, una memorabile bass-line, un piano che suona "al contrario" accordi in minore e una voce filtrata e tagliente.

"e conosci tutti i santi
tutti i nomi dei potenti
e sai che fine fanno gli innocenti"

Il chorus si apre musicalmente a una dichiarazione ancora più decisa:

"la verità è una scelta
la verità è già pronta
di giorno sempre un occhio chiuso
di notte uno aperto"

"Mostri e fantasmi" fanno inevitabilmente parte della realtà: la scelta è fra cercare di non vederli oppure affrontarli. Luciano sembra voler togliere all'ascoltatore qualsiasi alibi:

"ogni battito è una scelta
ogni sguardo mantenuto
ogni nefandezza che hai scordato
ogni tanto non ci pensi
vuoi soltanto andare avanti
e schivare tutti gli incidenti"

Il finale è reso ancora più nervoso da beats elettronici che vengono sovrapposti al suono della band.

Lunedì, 26 aprile 2010