Martedì, 25 aprile 2017

Speciale Stadi 2010: il gran finale a Torino!

 

E' toccato al capoluogo piemontese mettere il sigillo alle 16 esaltanti date del Tour estivo di Luciano.
Dopo i 13 concerti soldout negli stadi, a causa del "Comunale" già impegnato da Juve e Toro, il Liga si è concesso un tris di altrettanti soldout nel nuovo e superfunzionale PalaOlimpico, ottima prova per capire quanto uno spettacolo pensato per spazi ben più ampi e all'aperto potesse funzionare anche indoor. Test riuscitissimo: il Liga ha mandato infatti in visibilio 40.000 persone complessive che hanno letteralmente murato la moderna struttura durante le 3 magiche notti.

25 brani in scaletta eseguiti alla perfezione in oltre 2 ore e un quarto di show con luci, colori, regia e contributi video a vestire impeccabilmente il ricco piatto a base di rock sparato dalla potenza dell'impianto audio.
Luciano suona la carica da centro palco, si sposta ai fianchi per avvicinarsi alle tribune laterali ed esegue alcuni brani lungo la passerella che invade il parterre con la gente a circondarla lungo l'intero perimetro.

Nella set list trovano posto 10 brani dall'ultimo disco Arrivederci, Mostro!, i grandi classici di repertorio ventennale e, come da tradizione in questo tour, un brano a sorpresa semiacustico diverso per ogni data, inserito a metà concerto.
A Torino Luciano ha deciso di pescare tra i primi 4 suoi dischi proponendo una splendida versione di Viva! la sera del 16, facendo riscoprire la bellezza di Regalami il tuo sogno il 17 e, dulcis in fundo, regalando lui un sogno: "Credo di aver suonato questo brano 4/5 volte al massimo da quando è uscito" e così è partita l'inconfondibile intro per pianoforte di Male non farà, brano inserito tra le schegge sparse di A che ora è la fine del mondo?.

Sabato, inoltre, è stata pienamente rispettata la tradizione degli scherzi da ultima data: in Marlon Brando è sempre lui, infatti, i musicisti, solitamente costretti per trovata scenica a rimanere immobili durante uno stop a metà canzone, hanno deciso di non rispettarlo continuando a ballare e muoversi in maniera scanzonata alle spalle dell'ignaro Liga, pronti però a rimanere fermi ogni qualvolta Luciano si girasse a controllarli.

La festa del Liga a Torino vorremmo non terminasse mai ma la sequenza finale mozzafiato con Urlando contro il cielo, Tra palco e realtà e Buonanotte all'Italia ci fa capire che anche questo Tour sta volgendo al termine, non prima di una richiesta di Luciano al microfono: "Ho bisogno di voi, che mi diate una mano per ringraziare tutti i tecnici che quest'anno hanno svolto un lavoro straordinario e clamoroso per la riuscita dello spettacolo, davvero grazie di cuore".
Di seguito le parole sono tutte per Torino: "Grazie per l'affetto dimostrato. In questi 3 giorni ci siamo sentiti veramente coccolati da tutta la città. Mancavamo da 4 anni e non aspetteremo ancora così tanto per tornarci a suonare!". Il sipario si chiude su questo altro indimenticabile giro di concerti estivi con Il meglio deve ancora venire.

Durante la videochat di venerdì pomeriggio nella redazione de "La Stampa" Luciano ha lasciato intendere che un probabile tour teatrale potrebbe esserci nel 2011.
Se così sarà, non dovremo attendere più di tanto l'apertura di altri sipari.

Grazie a tutti anche da parte di LigaChannel.
Alla prossima!

 

Flickr - fotogallery di Torino 16/17/18 Settembre

 

Aggiornamenti in tempo reale da Twitter

Feeds del 18/09
Sabato, 18 settembre 2010