Domenica, 28 maggio 2017

Campovolo 2.0: Che Festa!

Un video esclusivo con le prime immagini ufficiali da Campovolo 2.0

"Campovolo 2.0 dovrà essere soprattutto sinonimo di grande festa". Recitava così una delle frasi sul comunicato stampa dello scorso marzo che annunciava l'unico evento live elettrico di Ligabue nel 2011.

E Grande Festa è stata! 
Il 16 luglio 2011 diventa un'altra importante data da ricordare non solo nel percorso live di Luciano ma anche nella storia della musica italiana dal vivo. In piena atmosfera da Festival Rock Internazionale (con la differenza che in questo caso il cantante era uno soltanto), Campovolo 2.0 ha aperto i battenti nel pomeriggio di venerdì 15/07, accogliendo ragazze e ragazzi da tutta Italia, pronti a piantare le proprie tende (oltre 1000 in totale) e godersi l'attesa per il concerto partecipando alle iniziative nei vari villaggi creati ad hoc (sport, cinema, solidarietà e una LigaStreet pedonale lunga 1,5 km con mostre, stand musicali, punti ristoro), allestiti nell'area aeroportuale di Reggio Emilia. 48 ore di ininterrotta festa collettiva e spontanea!

Fan, giornali, siti web, social network sono unanimamente concordi nell'affermare che l'happening 2011 targato Luciano Ligabue sia stato qualcosa di assolutamente straordinario per qualità e quantità dal punto di vista organizzativo, musicale, di proposte e pubblico presente.
Un pubblico speciale, di cui Luciano va sempre più fiero, che sa quando e come lasciarsi andare, che è capace di campeggiare avventurosamente arrivando anche 10 giorni prima dell'apertura dell'evento, salta, balla, popola lo spazio diffondendo armonia, educazione, entrando in arena concerto in maniera ordinata. Oltre 114.000 anime che sanno cosa significa festeggiare e trascorrere un intero weekend nel segno della passione per la musica del Liga, diventando così quel "grande cuore pulsante" come Luciano stesso lo ha definito nel suo ultimo Diario di Bordo, riferendosi al panorama umano ammirato dal palco.

Sabato 16 luglio dalle 21.19, Luciano ha dato vita, sugli oltre 80 metri di palco, a uno spettacolo rock di quasi 3 ore in cui le 31 canzoni in scaletta, impeccabilmente eseguite in 4 distinti set con 3 differenti band (ClanDestino, La Banda e Il Gruppo) e 2 importanti ospiti (Mauro Pagani e Corrado Rustici), per un totale di 16 musicisti,  sono state splendidamente incorniciate e accompagnate da una moltitudine di immagini proiettate su 620mq di schermi.

Campovolo 2.0 ha chiuso i battenti a Reggio Emilia domenica 17 luglio alle ore 9.00. Già dalle 11 però la Festa è proseguita a Correggio grazie al barMario per una giornata che ha completato, a detta chi c'era (e quindi sa), uno dei weekend più belli della propria vita.

Grazie Luciano.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato, assistito, dato una mano, organizzato e lavorato a Campovolo 2.0.

Scopri tutti i contenuti realizzati per Campovolo 2.0 cliccando sui link della colonna a destra

Lunedì, 8 agosto 2011