Sabato, 4 aprile 2020

24/10 Parma: il racconto di Gianna70

racconto PRRacconta il tuo concerto di Luciano a teatro, inviando un email a: teatri@ligachannel.com

Mi chiedo se anche tu Luciano, per sentire più VIVO un ricordo, devi chiudere gli occhi......

Per me va così, da sempre.....e allora provo a riavvolgere quel nastro sottile di ciò che sono stata solo qualche ora fa......

Lo riavvolgo stretto, serrato intorno a me, per non lasciar sfuggire il benchè minimo movimento del volto, ogni lacrima caduta a fior di labbra ma SEMPRE accarezzata da un sorriso, ogni battito del cuore, ogni sussulto dell'anima...

Stiamo parlando del teatro Regio di Parma e lasciamelo dire...dopo anni di campanilismo calcistico, per me che sono Reggiana è un piacere inaspettato complimentarmi con questa città.....

Non avete mai avuto la sensazione, entrando in un teatro che il tempo si sia fermato....???

Scenario sorprendente di uno sfarzo antico...

Il rieccheggiare di ciò che è stato ma che ha lasciata intatta una magia che ti investe e ti stordisce.....pur potendo solo immaginare la VITA, le EMOZIONI, la PASSIONE che lo hanno attraversato.....

Il silenzio la fa da padrone....suggerendo che quella è l'unica direzione per poter acquietare ogni senso....prima della “tempesta” che ci attende, dietro un sipario leggero che ondeggia piano e che sembra quasi volerci cullare....

Le file ordinate, una macchia di colore di un rosso scarlatto che scalda il cuore....che posso scorgere nella sua interezza solo volgendomi indietro......davanti a me “apparentemente” il vuoto.....

Le particelle emotive schizzano impazzite e sanno colpire bene....paralizzano i movimenti, mascherano il nostro dentro e ci fanno apparire un'insieme di anime alquanto disciplinate e composte....

MA è risaputo che la FORMA senza CONTENUTO perde in parte del suo valore.....ed è qui che assume la massima importanza il nostro VALORE AGGIUNTO....

ed è qui che arrivi tu LUCIANO, tu e i ragazzi........vestiti “solamente” delle più profonde emozioni e degli strumenti che mostrate quasi con orgoglio nuovo......

TU tranquillo, radioso, pronto ad un nuovo via....blocco di partenza ormai conosciuto ma che TI FA VIBRARE, ogni volta come se fosse la prima,.... i tuoi occhi sono capaci di trasmettere TUTTO in quel primo sguardo che ci sfiora e che ognuno di noi fa suo....catalizzatore di ciò che, con grande difficoltà, abbiamo cercato di trattenere....fino al tuo apparire che ci destabilizza il cuore e ci coglie ogni volta impreparati....

RIGO, e il SUO contrabbasso che risponde con cuore e tutto il calore possibile, alle sue mani di maestro....

ROBBY che sembra non aver carpito ancora tutti i segreti che i “suoi piatti” possano nascondere....amore vero....

MEL stupisce con un sax lucente fra le mani e che come promesso, trasforma ogni nota su quelle “18” corde in “mondi meravigliosi”......

JOSE' rapito dai tasti che accarezza e da ciò che sono capaci di produrre.....

e poi c'è il nostro giullare della musica, che si prende gioco delle note, capace di riscrivere le regole del pentagramma.... menestrello perfetto di tutto ciò che sfiora....abilissimo giocoliere degli strumenti che alterna nelle sue mani e ai nostri occhi, attoniti e increduli da tanta passione: c'è MAURO.....

La linea del tempo si annulla, il passato e il presente diventano un tutt'uno...parole amate, conosciute, vissute si snodano ancora e ancora per accompagnarci anche in questo viaggio....

sorrisi, lacrime,stupore..... il potersi rileggere e rispecchiare negli occhi e nei visi di chi ci sta accanto non è che la conferma che tutto va come deve andare.....

Immagini della TUA vita, lette adagio, commozione, amore, dolore....., svelate dal calore della tua voce che rende tutto più comprensibile, immagini che scorrono e si avvicendano, che vorremmo afferrare o quantomeno essere capaci di imprimere nel nostro cuore, legandole alla delicata ma decisa mimica del tuo viso....

E sì, perchè alla fine ci siamo anche NOI.......

liberi di provare, di SENTIRE e “sentire fa RUMORE...” Luciano, quanto hai ragione....

Proviamo comunque a rimanere immobili, rispettosi davanti a Voi che siete davvero il nostro spettacolo...

non ci rimane che contorcere le mani e “torturare” quel morbido velluto nel quale rimarrà qualche debole segno del nostro passaggio......fino a che quell'urlo contro il cielo ci chiama e le gambe sanno rispondere...occhi negli occhi, consapevoli dell'amore che sta passando....

E non dimentichiamo i volti di chi vorremmo stringere in un abbraccio forte, per poter far arrivare loro tutto l'affetto che meritano, per quella meravigliosa capacità che hanno di farci sentire ogni giorno parte di una famiglia vera MA soprattutto per le persone che sono, fuori e dentro, mantenendo la semplicità di sempre, indipendentemente dal “ruolo”: Jarno,Pietro, Marco,,Elisa.......

Il quadro adesso è davvero completo......ogni sfumatura è sotto la giusta luce....

Di ricordi meravigliosi me ne hai lasciati tanti Luciano......ma questo resterà il più struggente, il più forte in cui mescolare gioia e malinconia......un'emozione così intensa e sconvolgente alla quale sarà difficile rendere giustizia a parole......

TU uomo e artista di doti straordinarie ne hai innumerevoli.......ma quella che ogni volta mi sorprende è il modo in cui dimostri, SEMPRE, di sapere ciò di cui abbiamo bisogno.....di come sai colmare le nostre mancanze.... della tua capacità di renderci COMPLETI....

Alla fine c'è il ritorno....io ed Ely mano nella mano, silenziose, ancora immerse e sfinite da quel tripudio di emozioni, ....che ancora non riusciamo a riordinare.....qualche lacrima MAI amara......ma è così che dev'essere...

La sua presenza ormai indispensabile, la mia vita alla quale “rientro” con una grande differenza, questa volta.....

Non c'è il vuoto, non c'è l'incertezza o la paura che il dopo non sia all'altezza....ma solo una gioia immensa per aver riscoperto cosa e CHI è davvero importante per me....anche grazie a te Luciano....grazie al tuo modo di saper risvegliare il mio cuore sopito, con la semplicità delle tue parole..... e credimi non c'è nulla che valga di più e per il quale meriti il mio GRAZIE !

Con tutto l'affetto che posso

Gianna

Mercoledì, 25 ottobre 2006